Eventi in teamGenitoriNews

5 motivi per allattare in pubblico

1- Il latte materno è gratis, sempre a disposizione. Non deve essere riscaldato né sterilizzato

Non che allattare sia semplice, in alcuni casi richiede un po’ di sforzo di avviamento, ma è un gesto di cura che possiamo garantire al nostro bambino anche quando siamo fuori casa.

Che esistano ristoranti child-free è anche comprensibile: non tutti amano i bambini, non tutti amano i ‘nostri’ bambini. Questo tuttavia non è un buon motivo per vietare l’allattamento in pubblico: ogni mamma può sentirsi libera di nutrire il proprio bambino al ristorante, al bar, al lavoro, al parco giochi…

2- Il latte materno è l’alimento più completo per il bambino

La prima fonte di cura, di immunizzazione e nutrimento perfetto, è un latte specifico, che si adatta al bambino e alle sue esigenze nutrizionali. È ecologico, perché riduce l’impatto ambientale delle emissioni serra, oltre che il minor impiego di carburanti, materie prime, plastica e alluminio per la conservazione.

3- Le donne che non allattano hanno un rischio maggiore di sviluppare il tumore all’utero e alla mammella prima della menopausa, e anche di soffrire di osteoporosi

Quindi l’allattamento si traduce in un risparmio per tutta la società, perché la prevenzione fa risparmiare molti soldi destinati alle cure e alle terapie.

4- L’allattamento è un fattore preventivo anche rispetto alla SIDS

Aggiungiamo a questo le altre precauzioni: mettere il bambino a dormire a pancia in su, tenerlo nella propria camera, dormire in un ambiente fresco, non coprirlo troppo, non fumare in casa, non inserire giocattoli e peluche nella culla.

5- I bambini allattati sono più sani, perché attraverso il latte materno ricevono una prima immunizzazione

L’alimentazione artificiale espone invece maggiormente alle malattie, sia nell’infanzia, sia alle patologie croniche in età adulta.

Allattare in pubblico è, in questo senso, un messaggio sociale importante che ogni mamma può dare: l’allattamento fisiologico è sano, è naturale, fa bene ed è un atto di cura. Come tale non va nascosto, ma va evidenziato sempre di più, in modo da invogliare le future mamme a ricorrervi sempre più spesso.

Per il bene dei bambini, per il bene delle mamme, per il bene della società.

Il progetto di AIFB e Mami: minisessioni fotografiche gratuite per mamme che allattano

La prima buona occasione di mostrare l’importanza dell’allattamento noi l’abbiamo avuta durante la SAM 2016, la settimana mondiale dell’allattamento.

Con l’obiettivo di incentivare l’allattamento naturale, attraverso sessioni gratuite e materiale informativo, abbiamo iniziato a collaborare con il Mami (Movimento Allattamento Materno Italiano) http://mami.org/.

Durante la settimana dell’allattamento abbiamo creato 7 cartoline su temi specifici riguardanti l’allattamento: http://mami.org/sam-2016-dintorni/

E lo rifaremo.

Con le nostre cartoline fotografiche vogliamo sfatare i falsi miti dell’allattamento – come il luogo comune che il latte non è più buono o che dopo un po’ finisce – , ma anche fare informazione corretta alle neo mamme, su come favorire un felice allattamento naturale.

Ogni cartolina sarà una poesia, un inno alla gioia, una foto emozionante che tocchi le corde del cuore, per incentivare questo meraviglioso gesto di cura.

Come essere la testimonial di questo progetto?

Nella settimana della Festa della Mamma, tra l’8 e il 14 Maggio 2017, L’Associazione Italiana Fotografi di Bambini (AIFB) offrirà sessioni fotografiche gratuite all’aperto per ritrarre le neomamme durante il momento magico e bellissimo dell’allattamento.

Prenota il tuo appuntamento, dona il tuo tempo per fare buona informazione, ricevi in omaggio una foto in formato digitale o stampato.

 Ehi? Non aver allattato al seno rende una madre meno madre? No, assolutamente no.

Parlare di allattamento non significa stilare classifiche genitoriali.

Ricordiamolo.

Manuela

Manuela